I miei obiettivi per lo studio delle lingue nel 2017

Read this post in English

Se è vero che un nuovo anno non è mai realmente una tabula rasa, trovo comunque utile fare qualche piano in gennaio – anche se a volte durante l’anno ne succedono di tutti i colori e i piani vanno a rotoli!
Scriverli su un blog appena nato, poi, profuma davvero di nuovo inizio. Inoltre una volta resi pubblici sono là, davanti agli occhi di tutti, e sento di più la responsabilità di lavorare sodo per portarli a termine.

Il mio piano per quanto riguarda lo studio è un po’ ambizioso e coinvolge tre lingue. È la prima volta che tento l’approccio a tre lingue contemporaneamente, e sono elettrizzata dalla prospettiva di sperimentare e persino di fare errori.

Due fattori mi hanno convinta che questa non fosse una sfida impossibile:
– Mi dedicherò a tre famiglie linguistiche distinte, riducendo al minimo il rischio di confondere vocaboli e strutture grammaticali.
– Sono a un livello molto diverso in ognuna delle tre lingue, quindi i metodi che utilizzerò per studiarle saranno differenti.

obiettivi per lo studio delle lingue nel 2017

Senza altri indugi, ecco qui gli obiettivi:

Svedese

Ho iniziato ad avvicinarmi allo svedese nella seconda metà del 2016, e per ora non ho troppa fretta di arrivare a parlarlo correntemente. Il mio obiettivo per il 2017 è di arrivare al livello elementare (A2). Voglio acquisire familiarità con i vocaboli comuni, comprensione della struttura delle frasi e delle basi di grammatica, e l’abilità di avere semplici conversazioni nella vita di tutti i giorni.
Sto utilizzando diverse app per memorizzare il vocabolario essenziale, e mi sto concentrando sulla grammatica elementare per creare semplici frasi. Nella seconda parte dell’anno aggiungerò nuove risorse alla mia routine giornaliera di studio.

Francese

Ho studiato francese alle scuole medie e superiori, e grazie alla somiglianza con l’italiano ho ancora una buona comprensione della lingua scritta e orale. Il mio obiettivo per il 2017 è di ottenere un livello sufficiente per utilizzarlo in ambito lavorativo (B2), e portare le mie capacità di produzione scritta e orale alla pari con quelle di comprensione. Mi concentrerò sulle regole di grammatica, sull’ortografia (tutti quegli accenti!) e sull’acquisizione di nuovi vocaboli. Per far questo lavorerò su video, film e testi per madrelingua.

Giapponese

Il mio livello di giapponese è già avanzato, ma dopo aver passato l’esame N1 (il livello più alto) del JLPT l’ho trascurato e ora è piuttosto arrugginito.
Il mio obiettivo per il 2017 è di rifinirlo e tornare a sentirmi sicura delle mie abilità. Più di una volta mi sono trovata davanti a un kanji che conoscevo benissimo un anno fa, ma di cui ora fatico a ricordare la pronuncia. Mi dedicherò a molta lettura intensiva, ricercando cioè tutte le parole e le espressioni su cui ho qualche dubbio. Creerò poi sessioni di studio col sistema della ripetizione dilazionata per memorizzarle nuovamente.

Infine (e sono molto entusiasta a riguardo!) ho deciso di mettermi alla prova e ideare delle risorse per l’apprendimento del giapponese adatte a diversi livelli di conoscenza della lingua. Ho pensato fosse una buona idea per migliorare e allo stesso tempo creare qualcosa che possa essere utile agli altri studenti.

È tutto per i miei obiettivi linguistici del 2017. Sembra proprio un sacco di lavoro, ma ho voglia di tentare. Si imparano così tante cose anche solo provando!

Follow:

4 Comments

  1. gennaio 13, 2017 / 8:59 am

    Hai tutta la mia ammirazione 😀

    • Elena
      gennaio 13, 2017 / 10:06 am

      Adesso vediamo come me la cavo! XD

  2. gennaio 13, 2017 / 4:52 pm

    Hai raggiunto ottimi livelli, complimenti! Penso che per le lingue complicate come il giapponese sia normale dimenticare qualcosa se non ci si applica per un periodo. Io faccio sempre il tifo per te, e mi piace tantissimo questa “nuova casa”. Ti ho aggiunta nei miei preferiti ma non si aggiornano i feed, mi compare solo il titolo del blog, e nessun titolo post. Allora mi sono iscritta via mail, ma è uscito un messaggio strano in cui forse ho capito che l’iscrizione non è andata a buon fine. Starò a vedere. Nel frattempo ricordati sempre di condividere su facebook, così arrivo da lì 😉

    • Elena
      gennaio 14, 2017 / 10:08 am

      Ciao Simona! Grazie, i tuoi commenti e incoraggiamenti mi fanno sempre tanto piacere!
      Ho dato un’occhiata all’iscrizione via mail, ora dovrebbe funzionare. Sono ancora in rodaggio e per un po’ ci saranno aggiustamenti da fare, se trovi qualcosa che non funziona fammi sapere così cerco di sistemare!
      Ancora grazie per tutto, un abbraccio